no woman no cry

Kiss me&goodnight

29 Febbraio, 2016

Tag:, ,

image

La notte per me è speciale. Il buio trasporta i rumori. La casa è muta e addormentata. Il vento scuote il resto del mondo fuori. E mi agita. Come sempre. Così mi giro e mi rigiro. Mi tiro le coperte fin sopra le orecchie. Mi lascio trasportare dal respiro dei bimbi. È notte e non dormo.
E quando non dormo penso.
Troppo.
E a chi non dovrei.
E a cose che vorrei aver già risolto. Dimenticato. Rimosso.
Così mi giro e mi rigiro.
E mi abbraccio la mia inseparabile copertina a pois in cerca di calore.
Sento freddo.
E non posso accendere il phon.
E non posso accendere la luce.
Tanto meno leggere.
Mi incarto i pensieri fra i momenti vissuti. Ricostruisco situazioni. Metto in scena possibili e impossibili sviluppi.
La notte è il mio momento.
E se potessi la vivrei fino all’alba.
Rientrerei con le scarpe in mano e il rossetto tolto e mi rifugerei in bagno per guardare se gli occhi mi brillano.
Mio padre sarebbe già al terzo bicchiere di caffè e mia madre avrebbe già lasciato pronto per preparare il pranzo.
Mi butterei sul letto mentre le luci filtrano dalle persiane confortata dai rumori e dagli odori che hanno costruito la mia intera esistenza. Le sigarette di mio padre. Il caffè della moka. Le cassette di pesce che sbattono. Il diesel che parte. Mia madre passerebbe per vedere se dormo. Spegnerebbe le luci. Mi aggiusterebbe una coperta. Io farei finta di essere profondamente addormentata. Per non parlare. Per tenere i pensieri, le emozioni, ancora per me.
Proprio come faccio adesso.
Che non dormo.
E penso.
E mi giro e mi rigiro.
E mi agito. Mi languisco. Mi cullo. Mi nanno il cuore fra i ricordi più belli.

E resto ad aspettare un bacio della buonanotte.

0 likes

Author

Your email address will not be published.